top of page

E….venne Primavera…

Quando eravamo piccoli, le nostre maestre ci comunicavano l’avvicinarsi

della Primavera, con l’arrivo delle rondini e col fiorire degli alberi di

mandorlo. E via, allora, a colorare e ritagliare le nostre personalissime

rondini e preparare la poesia per la Pasqua, da recitare ai nostri genitori,

con tanto di cartoncino d’auguri….Proprio una foto d’antan…

Da grandi, invece abbiamo imparato a conoscere la Primavera come

quella del Botticelli, una delle opere più famose del Rinascimento Italiano,

databile intorno al 1483, che noi abbiamo la fortuna di poter ammirare

nella Galleria degli Uffizi a Firenze, (giusto per curiosità storica il nome

Primavera non viene dato dal Botticelli, ma dal Vasari che ammirò l’opera

nella villa medicea di Castello nel 1550). E proprio la Primavera del

Botticelli è il riassunto di ciò che noi rappresentiamo nel campo delle

fragranze. Quando finisce l’inverno, inizia il periodo della rinascita,

dell’amore delle nuove speranze. La primavera è il momento dell’anno

dove il mondo e anche soprattutto i fiori iniziano ad aprire le corolle, a

dare alla vista i loro colori inconfondibili e variegati, dove si respira un’aria

nuova, dove uno strano buonumore, un senso di risveglio ci trasmette

una nuova energia positiva.

Il 21 Marzo è la Giornata mondiale del Profumo, evento nato per

sensibilizzare alla conoscenza scientifica, culturale, artistica e

professionale l’esperienza sensoriale. Dove la rosa diventa regina

incontrastata della primavera, dove i profumi si raccontano, dove i

protagonisti, i fiori, diventano fedeli compagni della nuova stagione. Ma

vediamo quali fiori ci annunciano la primavera; le rose, i narcisi, le

violette, i gelsomini, il glicine, le camelie, i tulipani, le primule, la gerbera,

le margherite, i fiori di mandorlo e quelli di ciliegio (in Giappone per

quest’ultima, addirittura è festa nazionale nota col nome di Primavera

Higan).


Un bellissimo periodo ci aspetta, certamente gli odori interagiscono con

la nostra vita. Gli odori vengono trasmessi al nostro cervello, e per questo

che usare il nostro naso suscita in noi emozioni e memorie, il risveglio

della primavera utile per sviluppare nuove fragranze, sarà il pronti via di

questa stagione 2023.

La primavera, infatti riconosciuta da tutti come tempo di rinascita, lo

dimostra con le varie manifestazioni che si svolgono in questo periodo a

cui ho partecipato o mi accingo a farlo come il Cosmoprof di Bologna o

Esxence di Milano in Italia, il Simppar a Parigi o il Beautyworld a Dubai e

diverse altre fiere nazionali ed internazionali.

Nuove sensazioni, nuove fragranze, nuove formule da sperimentare, per

completare la mia ricerca e ad aumentare il mio bagaglio olfattivo, questo

il mio obbiettivo. Sarà il sole più caldo, le giornate più lunghe, il metter via

i capi pesanti, vedere prati pieni di colore, siepi, aiuole, piccoli sentieri,

tutto un arcobaleno di colori, tutto mi segnala l’arrivo della primavera.

Sono pronta ad incominciare.


Marzo 2023

BEATRICE

557 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page